• Home
  • Pen Friends Reloaded

Pen Friends Reloaded

Pen Friends Reloaded

Ricordo con tenerezza quando l’idea del cosiddetto “Pen Friend” era assolutamente innovativa: già quand’ero in prima media la mia insegnante di inglese cercava di stimolarci nella produzione scritta utilizzando l’escamotage della lettera all’amico o all’amica stranieri, con i quali si comunicava tassativamente in inglese chiaramente, con l’obiettivo di esercitare strutture ed espressioni di fresco spiegate in classe.

Sembra incredibile ma l’idea è di per sé geniale, facilmente applicabile e molto efficace anche oggi, chiaramente se adattata ai mezzi di comunicazione odierni e con un po’ di fantasia.

Il presupposto che ritengo necessario affinché l’esperienza risulti gradevole (e quindi produttiva) è che esista un interlocutore reale a cui scrivere: l’esercizio su materiale reale e, possibilmente, emotivamente interessante per lo studente rende il tutto assai meno macchinoso e forzato e ci porta, inconsapevolmente, a voler effettivamente comunicare qualcosa. Chiaramente poi abbandoniamo carta e penna e prepariamo un’e-mail che, come sappiamo, ha caratteristiche strutturali e contenutistiche diverse rispetto alla classica lettera.

Durante l’esperienza degli ultimi mesi, che ha dapprima annullato e poi di molto limitato i contatti umani, io stessa mi sono trovata a ricevere graditissimi messaggi e e-mail da vecchi amici stranieri o che, negli anni, si sono trasferiti all’estero per i più disparati motivi. Provando in prima persona l’esperienza del “Pen Friend Reloaded” posso testimoniarne senza dubbio l’efficacia e, perché no, anche il risvolto ludico: tante espressioni utilizzare dai miei contatti madrelingua inglesi e tedeschi hanno riattivato competenze linguistiche che erano rimaste inutilizzate e latenti, permettendomi di rinfrescare il mio vocabolario e le mie capacità espressive senza particolari sforzi, anzi divertendomi e chiacchierando amabilmente con le persone a cui voglio bene.

Nadia Franzosi, docente di tedesco e inglese presso Centro Studi Ad Maiora. Organizza corsi di lingue per adulti e bambini, insieme a Maria Tagliaferri e Concetta Donvito.

Amante del viaggio, pensa che acquisire una nuova competenza ci permetta di conoscere di noi stessi e gli altri e di scoprire un mondo di interessi inesplorati e avventurosi.